La meravigliosa bellezza di essere Donna

La potenza della Shakti

Una delle cose che mi ha conquistato della danza del ventre è il cerchio di donne e sorelle che si viene a creare.
Nei miei gruppi tengo molto a creare un clima di cooperazione e collaborazione dove insieme si superano i limiti del singolo.
Nonostante questa danza venga spesso mentalmente associata ad una danza di assoli, in realtà nel gruppo si crea una rete potentissima dove ognuna ha la possibilità di esprimersi senza essere giudicata all’interno di uno spazio protetto e può arricchire quindi il gruppo della sua stessa unicità.
Eh sì perché c’è spazio per tutte per brillare.
In un cerchio di sorelle si sente nel corpo che non esiste nessuna competizione perché non ce n’è bisogno.
Questo Capodanno sono finita a sperimentare un’incredibile sostegno e meraviglia di un cerchio di sorelle alla ricerca della propria polarità femminile, alla ricerca della possibilità di incarnare al 100% l’energia della Shakti.
Abbandono, fiducia, apertura e piacere.
Noi donne, cicliche, lunatiche e volubili, in continuo mutamento, riusciamo a creare una rete talmente potente e avvolgente che quando si crea spariscono tutti i dubbi e le paure e si entra in un abbandono totale, reso possibile dal sostegno reciproco e dal meraviglioso profumo delle mille sfumature del femminile.
La danza del ventre ha il potere di portarci qui.
Al di là della tecnica, i suoi movimenti ci portano a cercare la morbidezza, l’abbandono, la fiducia e noi stesse nel nostro corpo e nelle nostre possibilità singole e di gruppo.
In questa danza troviamo molte degli innumerevoli volti della Shakti. Ci sono movimenti che rispecchiano alla perfezione le dee presenti in ogn’una di noi: dalle energie più fanciullesche a quelle più sensuali, dalle dee guerriere alle dee madri.
Spesso le donne oggi nella vita di tutti i giorni sono obbligate a mantenere dei ruoli lineari e statici e non gli è permesso di entrare nella propria ciclicità. I ritmi dello stress di tutti i giorni il giudizio sociale hanno fatto sì che molti di noi hanno perso il contatto con aspetti e sfaccettature del femminile considerati sconvenienti.
Ma questo ci ha rese incomplete e soprattutto chiuse a noi stesse, insicure e stressate in una continua lotta per diventare stabili e lineari.
E come se vedessimo un gatto dimenarsi per diventare un cane perché essere gatto è sconveniente.. noi donne cerchiamo sempre di più di incarnare un’energia che è maschile e non femminile e questo porta tutta una serie di conseguenze negative sia nella nostra vita di tutti i giorni, nelle nostre relazioni, sia nel nostro corpo.
Con la danza del ventre e anche con la danzaterapia si può andare a recuperare questi aspetti presenti in noi e si può sperimentare in uno spazio protetto la possibilità di ritornare ad essere multisfaccettate e incredibilmente DONNE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *